Clio for PUPA – Mimi&Oscar Collection [haul]

Ciao! Oggi sono andata da SEPHORA per vedere “dal vivo” la collezione che Clio (che non ha bisogno di presentazioni! 😉 ) ha creato in collaborazione con PUPA MILANO.

Ho scritto un’anteprima di questa collezione, con relativi prodotti, qui –> click!

Confermo le mie impressioni su questa collezione: nulla di che, o meglio, sinceramente mi aspettavo qualcosa di più. Non solo dal punto di vista della quantità di prodotti firmati da Clio, ma pensavo che la collezione “osasse” un po’ di più per quanto riguarda i colori. E’ però anche vero che Clio ha scelto colori portabili adatti a qualsiasi occasione e persona.

Tra poco una dritta su dove conviene acquistare i prodotti PUPA! 😉

Dall’anteprima {click} avevo individuato 3 prodotti che pensavo mi sarebbero piaciuti (“preferiti” nel senso di “voglio-vedere-questi-gli-altri-chissene“) e ci ho visto giusto: il primer per occhi, la palette Oscar ed il lipgloss.

Tra le due palette, Oscar è quella che preferisco. Non l’ho presa perchè già prevedo che la utilizzerei poco (non per la palette in sè, per l’accumulo di prodotti che sta invadendo il MyMakeupBox). Il lipgloss l’ho trovato molto coprente e di una colorazione che penso ben si possa adattare a tutte le carnagioni: già mi sono un po’ pentita di averlo lasciato nell’espositore, ma anche questo non lo utilizzerei spessissimo. Last but not least, il primer per occhi, l’unico prodotto della collezione che ho acquistato.

Sul retro della cartolina che vedete in foto sono presenti 2 QR Code, per poter vedere i video tutorial di Clio dei look ispirati a Mimì ed Oscar.

Questa Base occhi pre trucco uniformante-fissante si presenta in un barattolino in vetro satinato con tappo a vite nero opaco che contiene 5 ml di prodotto con un PAO di (soli) 6 Mesi.

Il prodotto ha una consistenza un po’ appiccicaticcia e trasparente, ilsito pupa.it lo descrive come “una crema che favorisce la stesura e la tenuta dell’ombretto, prolungandone la durata nel tempo, leviga e minimizza le discromie della pelle”: vedremo se mantiene ciò che promette! 😉

Ed ora, una dritta/convenienza: ho acquistato da SEPHORA perchè ho notato che per quanto riguarda PUPA, ha dei prezzi più bassi rispetto a quelli consigliati: ad esempio il primer l’ho pagato 10,50€ (prezzo consigliato 12,50€), mentre – se non ricorso male- ciascuna palette costa 14 €(prezzo consigliato 16,50€), ogni smalto 5€ (p.c. 5,90€) ed il lipgloss 12€ (p.c. 14,50€). Le matite non me lo ricordo!

Altri “distributori convenienti” sono ACQUA & SAPONE e TIGOTA’! 🙂

 

 

 

 

 

BEYU: eye base (primer per occhi)

Ciao!

Fino a due anni fa cercavo degli ombretti che durassero, poi con la “scoperta” del “Beauty Web World” (abbi pazienza, quando non mi vengono i termini, me li invento sperando che si possa intuire quello che intendo! 🙂 ) sono venuta a conoscenza del fatto che esistono dei prodotti creati per far durare l’ombretto: i primer.

Questo di cui mi accingo (ho sempre desiderato poterlo dire! 😉 ) a scrivere la review è il primo primer occhi che ho acquistato ed utilizzato, si tratta dell’ Eye Base della casa cosmetica tedesca BeYu, distribuita in italia dalle profumerie Douglas.

Nell’apprendere dell’esistenza dei primers, ho cercato informazioni su uno buono ma economico e facilmente reperibile:  quello più citato dai blog e forum in cui mi sono imbattuta era quello di ARTDECO (anch’esso marchio tedesco distribuito da Douglas). Purtroppo, nello stesso periodo avevo appreso (sempre via web) che era diventato sempre più difficile reperire questo prodotto, nonostante questo sono stata in 2/3 profumerie ma senza trovarlo. Ricordo che un gentile commesso mi ha consigliato di provare il primer di BEYU, a sua detta molto simile ed ugualmente valido.

Così ho acquistato Eye Base: un piccolo tubetto argentato (mi ricorda molto la confezione delle tempere che si usavano a scuola) che contiene 7 ml di prodotto, PAO 24 Mesi e costava (ma penso che il prezzo sia rimasto invariato) 7,50€. La confezione che lo contiene è grigia ed olografica (è stata un’impresa fotografare l’ INCI! 😉 ).

Ho acquistato questo primer quasi due anni fa, utilizzandolo inizialmente quasi quotidianamente e poi alternandolo a quelli che ho comprato successivamente (TOO FACED Shadow Insurance, ZOEVA Eye Primer, NEVE COSMETICS Rugiada per make-up). Il prodotto in sè non è mutato (il PAO è di 24 Mesi quindi ci stiamo dentro alla grande con i tempi!) ma negli ultimi mesi ha subito una specie di flocculazione {click!} nel senso che spremendo il tubetto ho notato la fuoriuscita di molto liquido: agitando la confezione il prodotto ritorna alla giusta consistenza.

Questo primer è di un color carne che si adatta a qualsiasi colore di pelle (quindi è sostanzialmente incolore una volta applicato) ma shimmer: per questo motivo ho sempre preferito utilizzarlo da solo (sotto l’ombretto, senza applicare basi colorate). Grazie anche al finish, rende il colore degli ombretti più vibrante e la durata del make-up è ottima, almeno su di me (7-8 ore)!

Per dare un’idea del finish e dell’effetto, ho applicato la quantità sufficiente per entrambi gli occhi (ne basta pochissimo!) sul dorso della mano:

Ecco un confronto (a titolo puramente esemplificativo) con un primer dal finish opaco (Shadow Insurance):

Inoltre ho pensato di proporre un confronto visivo sul risultato di un ombretto applicato su entrambi i primer (ho scelto l’ombretto mono numero 20 -vecchia formulazione di KIKO: nero opaco)

Tutte le foto degli swatches sono scattate con luce naturale!

Ricomprerei l’ Eye Base di BEYU se non avessi ancora una buona scorta di primer di altre aziende cosmetiche! 😉