GlossyBox di Novembre 2011 – prodotti e mie impressioni

Ciao! L’altro ieri (30 novembre) mi è arrivata la GlossyBox {che cos’è?} di Novembre. Premetto, dato che da twitter qualche altra “collega” ha notato e segnalato che si è diffusa la credenza che alle blogger il cofanetto sia arrivato prima e gratis, che io l’ho pagato di tasca mia (come quello di Ottobre) e sono una delle tante che l’ha aspettato qualche giorno in più. Ho qualche considerazione da fare, spero di non annoiare!

La spedizione

Il prelievo della cifra dell’abbonamento è stato effettuato, automaticamente, il 17 novembre e la spedizione è stata “annunciata” il 23 o il 24 (non ricordo con esattezza), perciò mi sono autoesiliata dalla pagina facebook di GlossyBox.it per evitare di venire a conoscenza del contenuto del cofanetto prima dell’arrivo del mio (GlossyBox è anche sorpresa, se scopro prima che prodotti ci sono che gusto c’è?!) fino a martedì 29, pomeriggio in cui ho letto qualche status su facebook e mi son chiesta dove fosse finita la mia GlossyBox. Sono (cautamente) andata sulla pagina facebook del servizio, dribblando i commenti che pensavo contenessero spoiler del contenuto e mi sono resa conto dalla quasi totalità dei commenti lasciati che le abbonate erano furiose per la mancata ricezione del cofanetto nei tempi prestabiliti (addirittura c’è chi ha scritto che pensava si trattasse di una truffa…) e per il contenuto…mi sono quindi rifugiata nella mia paginetta dopo aver scoperto 2 dei prodotti del cofanetto (sighsob). Ora, capisco che se ci si aspetta un pacco che non arriva ci si preoccupi un po’ (a proposito, speriamo che il mio ordine SIGMA arrivi presto a destinazione!), ma non condivido e non capisco tutte le polemiche che si sono create: ci sono cose mooolto più importanti quindi…take it easy! Devo confessare che ho “incolpato” il corriere -Bartolini- per il ritardo (anche perchè il GlossyTeam ha assicurato di aver consegnato le GlossyBox quando l’aveva annunciato) e con l’anima in pace mi son detta “arriverà”. Infatti, in tarda serata mi è giunta (!) l’e-mail del corriere con tanto di tracking number ed il giorno dopo la GlossyBox novembrina mi è stata consegnata. Per quanto riguarda il putiferio che si è scatenato ed è tuttora vivo sulla pagina GlossyBox.it, credo che il GlossyTeam avrebbe fatto prima a pubblicare e lasciare ben visibile un comunicato in cui spiegava le ragioni del ritardo: mi immagino i gestori della pagina a ripetere, sempre cortesemente, le stesse cose a decine e decine di commenti inferociti -porelli- come hanno invece preferito fare.

I prodotti & le mie impressioni

Contrariamente ai prodotti ricevuti ad Ottobre, il contenuto di questa GlossyBox non mi ha molto entusiasmata. Pubblico le foto dei prodotti perchè ormai l’hanno capito anche i muri che cosa contiene la GlossyBox novembrina ed il GlossyTeam ha pubblicato ieri la foto ufficiale del contenuto:

La GlossyBox di questo mese è personalizzata in base alle scelte effettuate durante la compilazione del questionario in fase di registrazione e contiene 6 prodotti (e non 5 come di consueto) di cui 3 in formato full size (FS):

  • NOUR Sapone di Aleppo 30% (FS)
  • CoSTUME NATIONAL Scent eau de parfum
  • AQUOLINA Latte corpo zucchero a velo (l’alternativa è PINK SUGAR Creamy body lotion)
  • NEE MAKEUP Sensual Gloss (FS)
  • DECLEOR Crème beauté de nuit régénérante
  • LAKSHMI ombretto compatto (uno ma disponibile in diverse colorazioni in base alle scelte – ho ricevuto la colorazione #08 verde acqua chiaro) (FS)

Trovo lodevole la scelta di inserire prodotti eco-bio; anche questo mese avrò modo di provare marche finora a me sconosciute (DECLEOR e LAKSHMI): il sapone di Aleppo l’avevo in wishlist da diverso tempo ma ancora non l’avevo acquistato, quindi mi è andata bene averlo ricevuto full size; secondo me il profumo è un prodotto personale (ad esempio io non lo regalo a meno che non so con certezza che al destinatario piace “quel” profumo di “quella” marca) quindi trovo un po’ rischioso inserirlo “di default” in una GlossyBox; molto carina la nuance del gloss, che inoltre si adatta al colore delle proprie labbra; ho qualche perplessità sulla definizione “prodotto di lusso” sul latte corpo Zucchero a velo di AQUOLINA. Senza nulla togliere a questo brand, non l’ho mai calcolato quindi -lato positivo- ho l’occasione di farmi un’idea sui prodotti, ma non mi sembra un “prodotto di lusso” in quanto non solo è facilmente reperibile ma, a mio avviso, è anche un genere di prodotto un po’ inflazionato ormai. Forse è la definizione di “prodotti di lusso” di me cliente si discosta un po’ dalla definizione “prodotto di lusso” intesa da GlossyBox [rimando un po’ più avanti nel discorso per un approfondimento].

Insomma, la GlossyBox di Novembre non mi ha molto soddisfatta.

Considerazioni del servizio GlossyBox/ Miei pensieri sul “lusso”

Ho letto diverese lamentele sul contenuto delle prime GlossyBox, su cui in parte mi trovo in accordo. In molte ci (io per prima) aspettavamo brand come MAC, NARS, OPI, ILLAMASQUA, MAKE UP FOR EVER, URBAN DECAY, ESTEE LAUDER, CHINA GLAZE poco reperibili in Italia e costose. Forse però, e questa è una mia riflessione che può essere benissimo errata, questi sono brand per noi poco accessibili: in estate la mia amica più cara è stata negli U.S.A. e ne ha approfittato per “spendere&spandere” (non solo in make-up ma anche in abbigliamento e calzature) con un notevole risparmio rispetto ai prezzi proposti qui. Quindi mi trovo a pensare che il concetto di “prodotti di lusso” che abbiamo noi clienti sia diverso da quello che ha il GlossyTeam (marche conosciute e costose VS. brand poco conosciuti ma di alta profumeria).

Immagino che creare un servizio di questo tipo sia molto impegnativo (ognuno vorrebbe trovare nel cofanetto ciò che più gli piace!) e che si dipenda molto dai brand che decidono di collaborare, ed inizialmente pensavo che ogni GlossyTeam si “appoggiasse” soprattutto ai brand “di casa propria”, ma ho dato un’occhiata ai siti Uk, Es, De & Fr e non è così, accanto a brand “nazionali” (ad esempio KRYOLAN per i tedeschi o ILLAMASQUA per gli inglesi) ci sono anche importanti brand “esteri” famosi, tuttavia anche le GlossyGirls (& GlossyMen – sì c’è anche la versione mascula!) degli altri Paesi trovano brand che, di nome, a me personalmente non dicono nulla (ma che magari sono ambitissimi per loro!)… C’è da considerare anche che il servizio nasce per far provare prodotti che, se piacciono, si andrà a ricomprare…ed in Italia alcuni dei brand sa me citati non sono distribuiti! 😦

Ho deciso di disabbonarmi perchè
  • motivo 1) “a causa” delle festività natalizie, la GlossyBox del mese di dicembre verrà spedita prima di Natale quindi anche il prelievo della quota sarà effettuato prima e 14€ in questo periodo sono, per me, troppi
  • motivo 2) non sono rimasta molto soddisfatta del cofanetto di Novembre, mi sono abbonata già dal mese scorso anche grazie al consiglio disinteressato di Anna {makeupcrazyinsanity.iobloggo.com} che ha suggerito di abbonarsi all’inzio per approfittare della certa “partenza con il botto” che, onestamente, in questi due cofanetti non ho visto [rimando al discorso “prodotti di lusso” di cui sopra]
  • motivo 3) Sì, mi aspettavo OPI, ILLAMASQUA o ESTEE LAUDER!
Miei suggerimenti -senza pretese- per il “miglioramento” del servizio

– Rendere pubblici i brand con cui si collabora e, soprattutto, con cui si collaborerà (non penso che le Aziende vengano contattate il mese prima di preparare la GlossyBox, quindi penso che lo Staff sia già a conoscenza dei brand che hanno accettato la collaborazione almeno un paio di mesi prima della composizione del cofanetto)

– Cercare la collaborazione delle Aziende maggiormente richieste dalla clientela, anche attraverso un sondaggio

Vi siete abbonate? Avete ricevuto la GlossyBox di questo mese? Che cosa ne pensate?